Please select your page
  • Visiona le circolari
    Consulenza fiscale e societaria - Consulenza del lavoro

Circolare n. 6 2017 - DL Collegato alla Legge di Bilancio 2018

Circolare 6/2017-C del 18.12.2017

 

Convertito in legge il DL n. 148

Collegato alla legge di Bilancio 2018

 

Con la legge n. 172 del 04.12.2017 (pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 284 del 05.12.2017) il legislatore ha terminato l’iter di conversione in legge del DL n. 148 del 16.10.2017 apportando alcune modifiche sostanziali al contenuto del decreto. Di seguito illustriamo le principali novità.

Aumento aliquota IVA 10%

Secondo il “Collegato alla legge di Bilancio 2018” l’aliquota IVA del 10% viene aumentata a 11,14% a decorrere dal 01.01.2018 e di ulteriori 0,86 punti percentuali a decorrere dal 01.01.2019. Tuttavia il disegno di legge di Bilancio 2018, che verrà approvato a fine anno, scongiura l’aumento prevedendo la completa sterilizzazione dell’Iva per il 2018, che si auspica quindi rimanga invariata.

Liberalizzazione del diritto d’autore

Viene eliminato il monopolio della SIAE in materia di raccolta dei diritti d’autore. Viene quindi estesa a tutti gli organismi di gestione collettiva operanti sul territorio UE la possibilità di operare direttamente sul mercato italiano, senza alcuna intermediazione da parte di SIAE.

Rottamazione cartelle

In occasione della conversione in legge del decreto, l’articolo 1 del DL n. 148/2017 è stato modificato nei termini che seguono:

·        viene prorogato il termine di pagamento della prima, seconda e terza rata (luglio, settembre e novembre) al 07.12.2017;

·        viene confermata la rottamazione-bis prevista nei casi di diniego delle domande di definizione per mancato pagamento dei piani di rateazione;

·        viene confermata la nuova possibilità di rottamazione per i carichi trasmessi dal 01.01.2017 al 30.09.2017;

·        viene prevista una vera e propria riammissione alla rottamazione per i carichi trasmessi dal 2000 al 2016 per i debitori che non hanno mai presentato la domanda entro lo scorso 21.04.2017.

 

Ricordiamo che, secondo quanto previsto dal comma 1 dell’articolo 6 DL n.193/2016, i carichi inclusi in ruoli affidati all’agente della riscossione possono essere estinti, tramite la procedura agevolata in commento, con abbattimento totale degli importi a titolo di interessi di mora e sanzioni.

5 per mille

A partire dal 2018 con riferimento alle dichiarazioni relative all’anno precedente, il 5 per mille può essere destinato a sostegno degli enti gestori delle aree protette.

Disapplicazione sanzioni spesometro

Secondo quanto previsto dal provvedimento definitivo, non si applicano sanzioni nei confronti dei soggetti passivi IVA per l’errata trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute per il primo semestre 2017, a condizione che le comunicazioni siano effettuate entro il 28.02.2018 correttamente.

Si segnala, inoltre, che:

·        i contribuenti possono optare per la trasmissione dei dati con cadenza semestrale;

·        per le fatture di importo inferiore a 300 euro registrate cumulativamente, la trasmissione può avvenire con un unico documento riepilogativo;

·        sono esonerate le amministrazioni pubbliche per i dati delle fatture emesse nei confronti dei consumatori finali, così come i produttori agricoli con un volume d’affari al di sotto di 7.000 euro, costituito almeno per 2/3 dalla cessione dei prodotti agricoli se situati nelle zone montane.

Per i soggetti che hanno optato per l’uso del sistema di interscambio si applica una sanzione di 2 euro per ciascuna fattura (entro il limite di 1.000 euro) per ciascun trimestre in caso di trasmissione di dati incompleti o inesatti.

Registri IVA

Possono essere considerati regolari i registri IVA relativi a fatture e acquisti tenuti in formato elettronico anche in difetto di trascrizione su supporto cartaceo, alla ricorrenza di specifiche condizioni.

Regolarizzazione transfrontalieri

Con la conversione in legge (n. 172 del 04.12.2017) del DL n. 148 del 16.10.2017 è stata introdotta una sanatoria a favore dei lavoratori frontalieri e soggetti residenti fiscali ed in Italia in precedenza residenti all’estero iscritti all’AIRE.

L’ambito della sanatoria viene circoscritto ai redditi di lavoro dipendente e autonomo, nonché ai proventi derivanti dalla vendita di beni immobili detenuti nello stato estero di prestazione della propria attività lavorativa in via continua.

Per procedere alla regolarizzazione delle somme detenute all’estero, anche ai fini delle imposte sui redditi, il contribuente è tenuto al versamento di una somma pari al 3% del valore delle attività e della giacenza al 31.12.2016 a titolo di imposte, sanzioni ed interessi.

Per accedere all’istituto, gli interessati dovranno presentare istanza di regolarizzazione entro il 31.07.2018 ed effettuare i versamenti delle somme dovute entro il successivo 30.09.2018 (con possibile rateizzazione dell’importo in tre rate mensili), senza avvalersi delle compensazioni. Il perfezionamento della procedura avverrà con il pagamento dell’ultima rata o dell’unica rata.

Viene inoltre previsto, in deroga allo statuto del contribuente, la proroga dei termini di accertamento e di irrogazione delle sanzioni ordinariamente scadenti a decorrere dal 01.01.2018 al 30.06.2020 per le sole attività oggetto della mini sanatoria in commento.

L’Agenzia delle Entrate, con apposito provvedimento, fornirà le istruzioni operative sulla nuova sanatoria. Attualmente resta da comprendere: i) se l’imposta sostitutiva comprenda anche le imposte IVIE e IVAFE; ii) quali sono gli effetti della procedura nei confronti di soggetti cointestatari dei rapporti oggetto di sanatoria.

Split payment

A partire dal prossimo 01.01.2018 viene esteso il regime di split payment anche ai seguenti soggetti:

·        enti pubblici economici nazionali, regionali e locali, comprese le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi alla persona;

·        fondazioni partecipate da amministrazioni pubbliche per una percentuale complessiva del fondo di dotazione non inferiore al 70%;

·        società controllate direttamente o indirettamente anche da enti di cui ai punti precedenti;

·        società partecipate, per una percentuale complessiva del capitale non inferiore al 70% da enti di cui ai punti precedenti.

Detrazione canoni locazione studenti

Viene definita l’estensione della detrazione d’imposta per i canoni di locazione prevista per gli studenti universitari fuori sede anche all’ipotesi in cui l’università sia ubicata in un comune distante da quello di residenza almeno 50 km per gli studenti fuori sede residenti in zone montane o disagiate (prevista per i periodi d’imposta in corso al 31.12.2017 e 31.12.2018).

Lavoratori impatriati

Per effetto di quanto previsto dalla legge di conversione del DL n. 148/2017, l’opzione per il regime fiscale agevolativo per il rientro dei lavoratori ha effetto limitatamente al triennio 2017-2020 e non anche per il periodo d’imposta 2016, nel quale si applica la precedente disciplina.

Bonus pubblicità

Per effetto delle modifiche apportate con il “collegato manovra 2018” è stata prevista:

·        l’applicazione del credito d’imposta anche per il 2017, con specifico riferimento al periodo dal 24.06.2017 al 31.12.2017 (per gli anni successivi verrà attribuito sulla base delle spese sostenute nel corso di ogni singolo periodo d’imposta) ma con ambito di applicazione limitato;

·        l’inclusione, nell’ambito di applicazione, delle testate online (inizialmente l’articolo 57-bis DL n. 50/2017 non prevedeva specificamente la fattispecie).

Secondo quanto disciplinato dall’articolo 57-bis del DL n. 50/2017, gli investimenti effettuati dallo scorso 24.06.2017 sono incentivati con un credito d’imposta pari al 75% della spesa incrementale rispetto all’anno precedente, maggiorato al 90% per micro imprese, PMI e Start-Up innovative.

Possono beneficiare dell’agevolazione imprese e lavoratori autonomi a prescindere dalla forma giuridica e dall’iscrizione ad un albo professionale che sostengono spese connesse a campagne pubblicitarie informative effettuate tramite: i) stampa periodica (anche online, per effetto della modifica apportata); ii) emittenti televisive; iii) emittenti radiofoniche locali. Con riferimento all’utilizzo del credito d’imposta, il beneficio può essere utilizzato soltanto in compensazione mediante F24, previa istanza al dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Con le modifiche apportate in sede di conversione viene disciplinata la possibilità di fruire del credito d’imposta anche a favore degli enti non commerciali. Con riferimento all’ambito oggettivo di applicazione, invece, viene confermata l’applicazione dell’incentivo sugli investimenti in pubblicità su stampa online.

Proroga deducibilità erogazioni liberali

Viene modificata la soglia massima detraibile al 19% dei contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso (detraibili per un importo non superiore a 1.300 euro versati).

Secondo quanto previsto dal DL convertito, viene prorogata al periodo d’imposta in corso al 31.12.2017 la deducibilità dal reddito del 10% delle liberalità in denaro erogate in favore di ONLUS e associazioni di promozione sociale. Viene in generale disciplinata una norma interpretativa secondo cui le disposizioni agevolative di carattere fiscale previste anteriormente alla pubblicazione del CTS continuano a trovare applicazione fino al 31.12.2017.

Albo unico consulenti finanziari

Viene fissato al 01.12.2018 il termine per l’avvio dell’operatività dell’Albo unico dei consulenti finanziari e dell’organismo di vigilanza e tenuta dell’Albo.

Sospensione adempimenti tributari

Vengono previste agevolazioni e sospensioni degli adempimenti tributari e contributivi per i seguenti territori colpiti dal sisma:

·        per i comuni dell’isola di Ischia colpiti dal sisma del 21.08.2017;

·        per i territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria in relazione agli eventi sismici verificatisi dal 24.08.2016.

Alimenti a fini medici speciali

Vengono introdotte, tra le spese sanitarie detraibili dall’IRPEF, quelle sostenute per l’acquisto di alimenti a fini medici speciali (con aliquota del 19%). La detraibilità viene prevista con riferimento ai periodi di imposta in corso al 31.12.2017 e 31.12.2018.

Fondo imprese

Viene introdotta una nuova ipotesi di intervento a favore di imprese in crisi di grande dimensione. Viene prevista la possibilità di concedere finanziamenti in favore di imprese in stato di insolvenza con lavoratori subordinati non inferiori a 500 unità ai sensi della norma che fissa i requisiti di ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi.

Rimaniamo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento e approfondimento di Vostro interesse.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a migliorarne le funzionalità. Procedendo con la navigazione, acconsenti al loro utilizzo.